PRINCIPALI ESPOSIZIONI
 

2011 Segro Concorso “L’estetica della Sostenibilità Leed”, Triennale di Milano.

 

2014/2015 “Doble Retorno. Arte y enfermedad en diálogo”, Università Politecnica di Valencia.

 

04/2015 “BraeraKlasse”, San Carpoforo in Brera, Milano.

 

08/2015 “Dummy Photobook”, Trieste Photo Festival, Trieste.

 

02/2016 “Dummy Photobook”, Galleria d’Arte CeribelliBergamo.

 

03/2016 “BraeraKlasse 2.0”, San Carpoforo in Brera, Milano.

 

03/2016 “Dummy Photobook”, T-Space, Milano.

04/2016Blu is in the air”, TuboBlu, Milano.

 

06/2016 “Dummy Photobook”, Centrale Fotografia a Fano (PU).

 

07/2016 “F4. Un'idea di Fotografia”, Fondazione Francesco Fabbri, 

Villa Brandolini - Pieve di Soligo (TV).

10/2016 “China Jinan International Photography Biennial”, Jinan (Cina).

11/2016 “Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee 2016”

Fondazione Francesco Fabbri a Villa Brandolini - Pieve di Soligo (TV).

09/2017 “SiFest #OFF2017”, Palazzo Don Baronio - Savignano sul Rubicone (FC).

09/2017 “REAL, Rassegna Editoria d'Arte Lugano”, TURBA, Lugano (Svizzera).

 

11/2017 “The Art Chapter”, Milano Art Book Fair, Vogue Photo 

Festival, BASE, Milano.

02/2018 “BURST. A book Explosion”, Capodilucca Creative Hub, Bologna.

CONTATTI

 

giovanni.sellari@alice.it 

Tel: +393473917266

  • Facebook Basic Black

LA FOTOGRAFIA

 

Le potenzialità mistificatorie del mezzo fotografico, ampiamente consolidate in tutto il post-moderno, hanno irrevocabilmente negato il rapporto “a specchio” che la fotografia si credeva instaurare con il reale, riducendo quest’ultimo a mero “simulacro”: un falso così mimetico da essere ritenuto vero e riprodotto come tale cancella i rapporti con la matrice d’origine, mettendone in discussione di fatto la sua stessa esistenza.

La fotografia ha quindi massificato quello che le arti più antiche tenevano chiuso nelle segrete stanze museali: ha svelato con illusoria e clonabile “realtà” la finzione del reale.

BIOGRAFIA

 

Nato a Papiano (PG) l'8 settembre 1986 ho intrapreso un percorso teorico-artistico che si è sviluppato con tendenze filosofeggianti durante la laurea triennale (110 e lode con tesi in Estetica dal titolo “Arte e Artista nella dottrina delle Idee di Schopenhauer”), per poi essere arricchito dallo studio e dalla pratica artistica vera e propria durante il Biennio Specialistico di Fotografia presso l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano (110 e lode con tesi dal titolo “Qui e Altrove: divagazioni sospese sull'immagine contemporanea”). Grazie alla mia formazione ho iniziato a muovermi sia come scrittore in seno a tematiche legate all’arte contemporanea, sia come artista esibendo una produzione che è frutto di spunti teorico-filosofici. La macchina fotografica più che “il prolungamento dell'occhio” è per me il prolungamento del pensiero, non sono un cacciatore di “attimi fuggenti” ma di riflessioni ridondanti. Vivo ed opero tra Milano e Papiano.

© 2018 Giovanni Sellari - Tutti i diritti riservati

IT/